UNA STORIA DI SAPORE E GENUINITA’

Fare il pane con la pasta madre è un modo per riavvicinarsi alla Terra, al territorio, ai contadini, alle nostre tradizioni.

È valorizzare la biodiversità locale e preservare il futuro dell’ambiente.

Come la passione per il cibo e la cucina, “Fare il pane è un gesto che riconcilia con il passato, con la storia, con le generazioni precedenti.

È ricordare, ritrovarsi. Impastare il pane è un rito, fatto di gesti, e movimenti, una manualità lenta che unisce ingredienti semplici come la farina, l’acqua e il lievito madre in un unico impasto complesso,
 perfetto e simmetrico, assolutamente in equilibrio.

IL LIEVITO MADRE

Il lievito madre è un impasto di acqua, farina e un agente attivatore contenente zuccheri semplici, una mela o il miele sono gli attivatori più efficienti. Questi tre elementi si mischiano tra loro, con i batteri e i lieviti presenti nell’atmosfera, sulle proprie mani e sul piano di lavoro. Lieviti e batteri attaccano gli zuccheri dell’attivatore e delle farine grazie alla presenza di enzimi specifici, trasformano le sostanze zuccherine presenti nella farina e nell’attivatore di fermentazione in acidi, alcol e sostanze aromatiche. Nasce così il lievito madre.